RINTOCCHI ALL’ALBA

Per quanto ancora
i rintocchi delle campane
mi faranno lieta o cupa compagnia,
in albe anonime
o pomeriggi di singulti e pianto?
Ti ho guardata in viso
ma non eri repellente,
eppure addosso ad altri
incuti spavento e smarrimento.
Anche stamani rimbalzano
gli echi del bronzo,
accarezzano i tetti
e colmano di incertezza
e spaesamento
il nostro arrancare.

(Padova – Rovereto ottobre 2014)